Francesco Brunori

Cresciuto a "pane e medicina" , è sin da piccolo appassionato delle discipline mediche (ma ha paura degli aghi), strada intrapresa ma con poca fortuna. Ma si sa, la passione è nel sangue e nelle feste tra amici è lui il crocerossino in caso di bisogno.

Trapiantato poi nelle valli del trentino per studio e passione della montagna, si è presto adattato ai ritmi e alla vita, poca, che vivacizza la città, diventando così uno sportivo da divano (li guarda tutti ma non ne pratica nessuno).

Gli studi sono iniziati con un incontro molto speciale, e questo ha favorito sicuramente l'attenzione durante le lezioni.

Il tema della medicina è entrato anche nelle tesi di laurea e di master, ma in questi anni ha cominciato un percorso di formazione per docenti e ragazzi, trovandosi a proprio agio soprattutto in classe, raggiungendo buoni risultati. È forse ritornato bambino?

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.